L’emergenza Covid-19 sta segnando radicalmente le abitudini di tutti noi, portando la società a uno scenario diverso e certamente drammatico sotto ogni punto di vista   

Sono tante le limitazioni imposte dai governi ai cittadini per cercare di arginare il problema e limitarne i rischi.

Sono state temporaneamente chiuse aziende ed esercizi commerciali. Con lo stop a moltissime attività, però, c’è stato un positivo rovescio della medaglia. In Italia in particolare l’inquinamento ambientale è notevolmente diminuito.

I vantaggi di un blocco nazionale

Negli ultimi giorni l’Esal’Agenzia Spaziale Europea – ha analizzato le immagini del nostro territorio da satellite evidenziando come l’inquinamento sia calato nettamente in Europa, e in particolare in Italia, dopo lo stop alle attività.

Il blocco quasi totale delle fabbriche e degli esercizi commerciali ha lasciato spazio alla riduzione di emissioni di CO2 di circa il 25%. Risultati inaspettati che evidenziano uno dei pochi benefici che la quarantena sta apportando all’intero pianeta.

Intere città al momento sono ferme, nel rispetto delle disposizioni ministeriali, e ciò sta contribuendo a ridurre le emissioni di gas serra nell’atmosfera. Con la chiusura delle attività e un uso limitato dei mezzi di trasporto, il consumo dei combustibili fossili è diminuito notevolmente, giovando di conseguenza all’ambiente.

Come si è effettivamente ridotto l’inquinamento?

L’aria più pulita va di pari passo in un periodo che assiste ad un crollo sociale ed economico non indifferente. A fronte di un pericolo in crescente aumento, la conseguenza inevitabile è stata il congelamento del mondo. Sono stati decimati gli spostamenti, diminuite le tratte di aerei, treni, autobus e automobili, i dipendenti hanno cominciato a lavorare da casa e le imprese hanno calato se non addirittura bloccato la propria produzione.

Un aspetto positivo in una situazione così drammatica però c’è stato: un maggior rispetto ambientale. Nella pratica quotidiana, sono state apportate numerose modifiche che in poco tempo hanno ridotto le emissioni inquinanti.

In primis, la quarantena ha portato a una diminuzione dell’uso dei mezzi di trasporto, favorendo invece lo smart working, una maniera green e comoda per lavorare tra le mura domestiche. Conseguentemente alla quarantena, la disattenzione per il riciclo e per lo sperpero di alimenti ha lasciato spazio a strade più pulite e al consumo massiccio di alimenti senza alcuno spreco.

Aria più pulita: una spinta alla sostenibilità

Nel mondo, soprattutto in Europa e negli Stati Uniti, con la diffusione del Coronavirus e le restrizioni per la quarantena, le emissioni inquinanti sono drasticamente calate.

A causa del fermo di tante città, l’aria risulta molto più pulita e meno inquinata. In Italia soprattutto, lo scenario ambientale è decisamente migliorato. Qui, il blocco dei trasporti e di certi tipi di attività ha portato a una pulizia dell’aria come non si vedeva da decenni.

È un dato interessante che dovrebbe spingere governi e aziende a sfruttare questo momento, valutando l’ipotesi di utilizzare soluzioni più sostenibili ed efficienti, come le energie rinnovabili. Quando questa piaga finirà, ci auguriamo il prima possibile, e le aziende riprenderanno totalmente le attività, sarà necessario da parte di tutti i governi orientare gli investimenti sulla sostenibilità; solo così potremo affermare che il blocco sarà servito realmente anche per la salute del nostro pianeta.

Una nuova partenza green

Contrastare il cambiamento climatico non è semplice. Ciò che serve è ridurre le attività particolarmente dannose per l’ambiente, che riguardano sia i privati cittadini sia le aziende che emettono sostanze inquinanti e consumano un’elevata quantità di energia.

La domanda che gli esperti si pongono è dunque la seguente:

quanto durerà l’aria pulita dopo che l’emergenza Covid-19 si attenuerà?

Non è certo cosa accadrà da qui ai prossimi mesi, ciò che ci auguriamo è che la nostra economia possa riprendersi in fretta e in un’ottica sempre più ecosostenibile; è importante infatti che da parte di tutti, cittadini e istituzioni, si ponga maggiore attenzione al benessere del nostro pianeta.

Noi di Elettropiemme da oltre 50 anni teniamo a cuore le cause ambientali e offriamo soluzioni tecniche che forniscono energia in un’ottica green e performante. I nostri obiettivi sono garantire l’efficientamento energetico e realizzare anche impianti con l’utilizzo di energie rinnovabili per la tutela del pianeta.

Se desideri anche tu efficientare la tua azienda con un impianto fotovoltaico, contattaci, ti aiuteremo a trovare la soluzione che meglio si adatta alle tue esigenze, garantendoti un elevato efficientamento energetico.

I nostri impianti fotovoltaici vengono studiati e progettati su misura in modo da offrire ai nostri clienti un prodotto di alta qualità che possa rispondere alle esigenze delle loro aziende.

Vuoi contribuire anche tu al benessere del nostro pianeta? Clicca qui per saperne di più.

 

Scopri le nostre soluzioni qui

 

 

Marilena Degli Agostini
Chief Sales & Marketing Officer

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama subito o richiedi maggiori informazioni

Chiama subito

o richiedi maggiori informazioni

Ecco chi prenderà in carico la tua richiesta

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei dati


ELETTROPIEMME SRL unipersonale
Società soggetta a direzione e coordinamento di
Gefran Soluzioni Srl

Tel. +39 0461 991935
Sede legale: Via Linz, 137
38121 Trento – Italy
Capitale Sociale 70.000,00 Euro I.V.
P.IVA 01717570228
C.C.I.A.A. di Trento: n. 171901