Ogni azienda che si rispetti al giorno d’oggi opera nella tutela dell’ambiente e nel controllo delle attività di fornitura energetica.

È indispensabile, per tutti gli imprenditori, fondare la propria attività d’impresa su un’energia pulita, sostenibile e regolamentata, in un mondo in cui l’ambiente e il green sono tematiche sempre più centrali.

In questo articolo parleremo di uno degli elementi che più di ogni altro è artefice della corretta ottimizzazione della gestione dell’energia in un’azienda.

Cosa sono i quadri elettrici di distribuzione?

I quadri elettrici sono componenti funzionali di un impianto elettrico che alimentano le utenze ad esso connesse. Essi distribuiscono l’energia elettrica agli altri dispositivi garantendo elevati standard di sicurezza e funzionamento.

Un quadro elettrico è responsabile quindi di estendere l’energia in un intero edificio, poiché da esso partono le linee di diramazione che garantiscono la corrente alle scatole di derivazione e agli altri dispositivi. Per questo viene anche chiamato quadro di distribuzione.

Le diverse funzioni del quadro elettrico spaziano dall’alimentare e proteggere i circuiti all’interromperne l’erogazione di energia in caso di sovraccarico o cortocircuito. Dunque, svolgono anche un importante ruolo nella sicurezza di un’azienda.

Come garantire l’efficientamento energetico

I quadri elettrici erogano quindi la corrente elettrica necessaria a soddisfare le richieste energetiche di un’impresa. Grazie a un controllo periodico dei macchinari e dell’impianto elettrico è possibile individuare gli sprechi e ridurli al minimo.

L’efficientamento ha come obiettivo principale la miglioria del consumo, per cui è il sistema stesso che adopera l’energia nel modo più utile e parsimonioso.

È importante, però, conoscere le norme per operare nel modo più corretto ed efficace. È bene infatti verificare il funzionamento del quadro elettrico che, se non opera regolarmente, deve essere aggiustato o sostituito.

Puoi scoprire di più sui quadri di Elettropiemme qui.

Conosci davvero tutte le norme dei quadri elettrici?

Nel realizzare un impianto  certamente bisogna porre molta attenzione al quadro elettrico. La norma a cui fa riferimento è la CEI EN 61439, che non solo ha confermato il quadro come una componente dell’impianto elettrico, ma ha introdotto nuovi requisiti e considerazione a cui far capo.

Innanzitutto, ogni installazione deve essere dichiarata e sottoscritta secondo le regole di conformità, ovvero in base alle norme CEI.

Per la successiva classificazione dei quadri elettrici, la norma prevede una forma dichiarativa leggermente diversa a seconda della tipologia costruttiva, della configurazione esterna e delle funzioni per cui si adopera un certo quadro.

Adempiere alle norme non è però sufficiente.

È infatti anche necessario eseguire controlli di manutenzione periodici.

La manutenzione come garanzia

La manutenzione è l’insieme di attività per mantenere o riportare l’impianto alle migliori condizioni di funzionamento necessarie.

La norma CEI EN 61439-2 prescrive la fornitura della documentazione necessaria per la manutenzione del quadro installato, ma fissa anche la possibilità di definire, sin dalla fase di progettazione, chi può accedere al quadro.

La legislazione vigente sostiene infatti che tutti gli impianti elettrici devono subire regolare manutenzione che, se non effettuata, porta a sanzioni pecuniarie o addirittura penali.

Il processo manutentivo si divide in due parti principali: la manutenzione ordinaria e quella straordinaria.

La prima, ovvero la manutenzione ordinaria, permette di prevenire possibili guasti e limitare i danni causati dal quadro elettrico, come il controllo delle temperature degli ambienti o odori anomali di surriscaldamento.

La seconda tipologia di manutenzione, invece, è quella straordinaria che si applica a seguito di una problematica seria riscontrata.

Monitorare al meglio l’impianto elettrico: i quadri smart

Ogni settore, oggi, è pervaso dalla tecnologia. In questo senso, la tecnologia è entrata anche nel settore elettrico. In effetti, si stanno sempre più diffondendo i quadri smart.

I quadri smart sono dei plus per l’energia elettrica e hanno diverse funzioni. Innanzitutto forniscono un monitoraggio continuo dell’impianto, perché raccolgono gli stati di funzionamento e allarmano in caso di problemi.

Sono quindi quadri elettrici che raccolgono informazioni e controllano il sistema di distribuzione dell’energia. Questo garantisce efficienza energetica perché ogni forma di spreco è individuata e ridotta al minimo. In questo modo, le condizioni operative saranno massimizzate.

Seguire le norme dei quadri elettrici e attuare una manutenzione ordinaria ti permetteranno di garantire alla tua impresa un funzionamento energetico ottimale.

Se sei interessato a scoprire di più sugli impianti e i quadri elettrici di Elettropiemme, clicca qui sotto.

Scopri le nostre soluzioni qui

 

 

 

Marilena Degli Agostini
Chief Sales & Marketing Officer

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiama subito o richiedi maggiori informazioni

Chiama subito

o richiedi maggiori informazioni

Ecco chi prenderà in carico la tua richiesta

- Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy ed acconsento al trattamento dei dati


ELETTROPIEMME SRL unipersonale
Società soggetta a direzione e coordinamento di
Gefran Soluzioni Srl

Tel. +39 0461 991935
Sede legale: Via Linz, 137
38121 Trento – Italy
Capitale Sociale 70.000,00 Euro I.V.
P.IVA 01717570228